Favorire il cambiamento senza la paura​
Favorire il cambiamento senza la paura

Indice

Favorire il cambiamento senza la paura, cosa ho imparato da Tali Sharot.

Introduzione

Ci troviamo un po’ tutti a lottare con comportamenti che vorremmo cambiare, sia che si tratti di un obiettivo personale o, come nel nostro ruolo di Coach e Counselor, di guidare gli altri verso un cambiamento positivo. In questo obiettivo ci da una mano Tali Sharot.

Chi è Tali Sharot?

Tali Sharot è una neuroscienziata e psicologa cognitiva britannica, conosciuta per il suo lavoro sulla psicologia della persuasione, motivazione e decisione.

La paura non favorisce il cambiamento?

Molti di noi conoscono l’uso di avvertimenti e minacce come mezzo per provocare un cambiamento di comportamento. Sia che si tratti di campagne di salute o misure politiche, la convinzione prevalente è che indurre paura spingerà all’azione. Tuttavia, la ricerca condotta da Tali Sharot suggerisce che gli avvertimenti hanno un impatto limitato sul comportamento. Ad esempio, immagini grafiche sui pacchetti di sigarette non scoraggiano necessariamente i fumatori e, in alcuni casi, possono persino ridurre la priorità di smettere.

La Psicologia della Paura

Perché gli avvertimenti spesso falliscono? Tracciando parallelismi con il comportamento animale, Tali Sharot suggerisce che indurre paura può portare a una risposta difensiva – una reazione di lotta, fuga o congelamento. Gli esseri umani mostrano una tendenza simile a chiudersi quando affrontati dalla paura, spesso ricorrendo a razionalizzazioni o evitando per alleviare i sentimenti negativi.

Il Fattore Età

La ricerca condotta su diverse fasce d’età rivela interessanti intuizioni su come gli individui elaborano informazioni su potenziali eventi negativi. Mentre le persone di tutte le età tendono a preferire informazioni che supportano una prospettiva positiva, la vulnerabilità agli avvertimenti varia con l’età. Bambini, adolescenti e anziani risultano essere i meno propensi ad apprendere correttamente dagli avvertimenti. La capacità di apprendere dalle cattive notizie raggiunge il picco a metà della vita e poi diminuisce.

Strategie Positive per il Cambiamento

Allontanandosi dagli approcci basati sulla paura, Tali Sharot introduce tre strategie positive per un efficace cambiamento di comportamento:

1. Incentivi Sociali
Sfruttando il potere dell’influenza sociale, Tali Sharot presenta esempi in cui gli individui sono motivati osservando i comportamenti positivi degli altri. In un caso, un ospedale ha aumentato la conformità al lavaggio delle mani dal 10% al 90% mostrando le performance del personale su una lavagna elettronica.

2. Ricompense Immediate
Sottolineando l’inclinazione umana per le ricompense immediate, Tali Sharot discute su come riconoscere e premiare azioni positive nel presente possa portare a cambiamenti comportamentali duraturi. Gli studi mostrano che premiare tempestivamente gli individui per azioni benefiche per il loro futuro benessere, come smettere di fumare, può avere un impatto duraturo.

3. Monitoraggio del Progresso
Tali Sharot sottolinea l’importanza di concentrarsi sul progresso anziché sul declino. Mostrando il miglioramento, le persone sono più propense a essere motivate a continuare comportamenti positivi. Un esempio concreto è la bolletta energetica che utilizza confronti sociali, ricompense immediate e monitoraggio del progresso per promuovere l’efficienza energetica.

Conclusioni

Tali Sharot suggerisce che l’approccio tradizionale di indurre paura attraverso avvertimenti potrebbe non essere efficace quanto le strategie positive che si allineano alle tendenze umane innate. Comprendendo la psicologia della motivazione e utilizzando incentivi sociali, ricompense immediate e monitoraggio del progresso, possiamo creare un ambiente più favorevole al cambiamento di comportamento, sfruttando il desiderio umano innato di progresso e controllo.

eBook inbound marketing per coach e counselor

Lascia un commento

×